L’ospedale di Auxilia Onlus in Camerun ha una nuova volontaria Reviewed by Momizat on .       COMUNICATO STAMPA   Una nuova volontaria nell’ospedale di Auxilia Onlus in Camerun   Ho dei datteri e un po’ di miele…. Ho un paese negli o       COMUNICATO STAMPA   Una nuova volontaria nell’ospedale di Auxilia Onlus in Camerun   Ho dei datteri e un po’ di miele…. Ho un paese negli o Rating: 0
You Are Here: Home » Comunicato Stampa » L’ospedale di Auxilia Onlus in Camerun ha una nuova volontaria

L’ospedale di Auxilia Onlus in Camerun ha una nuova volontaria

 

logo

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

Una nuova volontaria nell’ospedale di Auxilia Onlus in Camerun

 

Ho dei datteri e un po’ di miele….

Ho un paese negli occhi,

ho una terra in fondo al cuore.

Amo questo paese che ha segnato la mia pelle.

Non piango, sogno la festa

disseminata di stelle

                        

Thar Ben Jelloing

 

Cameroon

 

CERVIA – L’associazione di volontariato Auxilia Onlus ha una nuova volontaria in Camerun. E’ in partenza il 9 novembre prossimo l’operatore socio-sanitario Lorenza Vallarino che a breve arriverà a Ngaoundal, dove l’associazione cervese ha costruito in questi anni un ospedale per dare assistenza agli abitanti dei villaggi della zona.

“Sono di nuovo in partenza per Ngaoundal. Di nuovo perché Ngaoundal è stato il primo passo in quell’Africa sognata sui banchi di scuola. Così dopo il 2005, sono tornata nel 2007 e ancora nel 2012 e nel 2013 – racconta Lorenza – In questi anni ho lavorato nel dispensario delle suore e ho condiviso la mia vita con la gente del posto e per la prima volta non ero io a vedere gli ‘stranieri’ per strada, ma ero io a essere la ‘straniera’ in mezzo a loro”.

 

“Cosa significa vivere con loro? E’ difficile, sorprendente e intrigante. Si tratta di un’altra cultura, altri valori, un popolo per cui avere un pasto quotidiano è lo scopo della giornata, l’acqua è la fatica di andare al pozzo, aspettare il proprio turno, caricarsi il recipiente sulla testa e tornare a casa, i bambini di 6 anni si prendono cura dei fratellini di 4 e quelli di 4 anni di quelli di 2. L’Africa è mettersi in gioco, perdere tutte le certezze quotidiane della nostra società per ricominciare da capo, in un altro mondo in cui puoi conoscere tutto sui computer ma, se sei in una capanna e non sei capace ad accendere un fuoco con un pezzo di plastica e l’unico fiammifero a disposizione, quella sera non puoi cucinare il riso e non mangi. L’Africa è imparare a vivere di collettività, in un mondo in cui non è contemplato stare soli. Perché la fatica condivisa si dimezza, perché il dialogo non costa niente e porta gioia”.

 

Dunque a novembre si riparte, per un anno. “Ogni volta è un’esperienza nuova. Ora è l’ospedale di Galà Galà ad aspettarmi, grande, bello e voluto dalla gente, per la gente. E nello zaino porto gli sforzi che tanti volontari di Auxilia hanno fatto per contribuire alla costruzione e all’avviamento di questa struttura ospedaliera”.

 

ospedale 1

 

La costruzione dell’ospedale di Auxilia Onlus è un progetto ambizioso nato nel marzo 2012 e concretizzato nel 2014. Si trova a Galà Galà, nella regione Adamua da Yaoundè a pochi chilometri da Gaoundurè, in Camerun. La struttura rappresenta un servizio innovativo per Gaoundurè che nella zona conosce solo dispensari; cioè un pronto soccorso gestito nella maggioranza dei casi da suore e missionari, senza la presenza di medici, ma solo infermieri.

 

Nell’ospedale costruito da Auxilia invece è presente un pronto soccorso con stanteria e degenza breve, inoltre non manca una farmacia. La struttura ha il reparto maternità e ostetricia, una sala operatoria, un laboratorio analisi e una sala dedicata alle ecografie, per un totale di circa 140 posti letto.

 

 

Ufficio stampa

 

 

Leave a Comment

© 2019 Powered By Amon Design

Scroll to top